S.O.S acqua

martedì, marzo 26, 2013
da famijarciunesa

Acqua: una risorsa  in-finita?

La crescita costante della domanda di acqua, per l’aumento della popolazione, per la nascita di sempre più numerose attività industriali, per l’incremento della produzione agricola, per lo sviluppo del turismo, rende insufficienti le risorse idriche disponibili.
Cosa possiamo fare per ridurre il consumo d’acqua?
In passato, in condizioni di insufficienza di acqua disponibile, le soluzioni che apparivano più logiche erano la costruzione di nuove dighe, l’individuazione e lo sfruttamento di acque sorgive e sotterranee. Questa strada non sarà, purtroppo, perseguibile in eterno. Realizzare nuove dighe sarà sempre più difficile a causa delle difficoltà di reperire nuovi siti, senza considerare l’enorme costo che questa soluzione comporterà; inoltre la realizzazione di nuovi pozzi può portare al sovrasfruttamento delle falde e, in vicinanza della costa, al degrado qualitativo delle acque sotterranee per fenomeni di salinizzazione. Perché quindi non perseguire una soluzione meno costosa, più intelligente e più in sintonia con l’ambiente in cui viviamo? Perché non tentiamo di risparmiare l’acqua disponibile? Il risparmio idrico non è certo una soluzione alternativa alla realizzazione di opere strutturali che accrescano il patrimonio idrico, ma è la valorizzazione dell’acqua che queste opere rendono disponibile. La strada del risparmio è ormai una scelta obbligata. La soluzione non arriverà soltanto dall’adozione di nuove tecnologie ma, soprattutto, da nuovi e più efficienti metodi di gestione delle tecnologie disponibili e da una nuova coscienza civica dei cittadini. Facciamo tutti la nostra parte, ogni giorno, con costanza.
1. Ripara i rubinetti che gocciolano (una goccia dopo l’altra e, a fine giornata, possono perdersi 100 litri!).
2. Fai la doccia? Nello scarico finiscono 20 – 80 litri d’acqua. Invece si scaricano fino a 200 litri per un bagno nella vasca.
3. Quando ti lavi i denti non lasciare il rubinetto aperto tutto il tempo.
4. Usa la lavatrice e la lavastoviglie a pieno carico.
5. Applica il rompigetto ai rubinetti di casa (il rompigetto è un semplice dispositivo che aumenta il getto dell’acqua, unita all’aria, a parità di flusso. Con questo congegno una famiglia di tre persone può risparmiare fino a 6.000 litri di acqua all’anno).
6. Compra una vaschetta dell’acqua per il wc per scegliere di scaricare più o meno acqua.
Rispetto alle vecchie vaschette potrai risparmiare circa il 50% d’acqua. Dal 1992 i produttori di wc sono obbligati a ridurre la capienza dei serbatoi. Se il tuo impianto è vecchio puoi comunque risparmiare acqua mettendo nel serbatoio una bottiglia ben chiusa piena d’acqua.
7. Un bucato richiede 60 – 90 litri d’acqua. Se hai pochi indumenti programma il mezzo carico della lavatrice. Così risparmi energia elettrica, detersivo e acqua.
8. Impara l’arte del riciclaggio. Utilizza, per innaffiare, l’acqua raffreddata, dove hai fatto bollire la pasta. Innaffia le piante quando il sole è calato (distribuendo il consumo in un momento di minore richiesta).
9. Evita al massimo il lavaggio dell’auto.
10. Comunica all’ente competente eventuali perdite lungo le strade.

Antonio Cianciosi

Commenti non consentiti.

Marcar Rimini
Ceccaroli
Composet
Michelotti Santini
Guest.it
Spazio Assiamica
cd arredamenti
ediltutto
riccionese tendaggi
carrozzeria artigiana
ranch saloon
Muccioli
cavalluccio marino
bottega imbianchino