Multe e cassonetti

venerdì, aprile 15, 2011
da famijarciunesa

Rifiuti fuori dai cassonetti
Scattate le prime multe

Troppa immondizia abbandonata all’esterno dei cassonetti,  regolati dall’amato-odiato sistema “E-gate”. Così Riccione dichiara guerra ai trasgressori,  già puniti con una decina di multe da 206 euro. Sono arrivate ad altrettanti residenti,  identificati attraverso una serie di controlli,  supportati dall’ “occhio” del “grande fratello”. All’opera un nucleo formato da agenti della Polizia municipale e da un ispettore di Hera ambiente con il coordinamento dello Staff del sindaco (gruppo di lavoro per il decoro cittadino). Le divise,  che hanno setacciato le isole ecologiche e i cassonetti,  segnalati dagli stessi residenti e operatori ecologici,  sono risaliti ai furbetti attraverso schiaccianti indizi,  rinvenuti all’interno dei sacchetti del pattume. Tra bucce di banane,  rotolini di polvere,  scatolette e contenitori,  sono spuntati fuori bollettini postali,  buste intestate e altri documenti. Maggiori controlli per una ventina di cassonetti “sotto stress”,  soprattutto per quelli posizionati nei viali  Limentani,  Righi e Sicilia,  nella zona Sud,  e in viale Riva del Garda,  viale Liguria e Borgo delle noci a San Lorenzo. Ma l’operazione interessa tutti i 263 cassonetti,  regolati con le calotte dell’ “E-Gate”. Per risalire ai trasgressori si continuerà ad agire con Wally,  il piccolo robot capace di vedere,  sentire,  registrare e addirittura parlare,  se al momento è collegato con la centrale. Occhio a gettare anche rifiuti ingombranti e nocivi. Secondo la gravità dell’infrazione,  infatti,  sono previste multe che oscillano dai 50 ai 3.000 euro (6.000 in caso di presenza di eternit e altri rifiuti speciali). Nel caso dei sacchetti dell’indifferenziata,  come spiegano gli uomini del nucleo operativo “la cifra è stata contenuta in quanto non si tratta di azione punitiva,  ma educativa. Non si mira a far cassetta”. Durante i controlli,  comunque,  si è potuto verificare che spesso le chiavette elettroniche non riescono ad aprire il bocchettone del cassonetto. E allora che fare del sacchetto maleodorante? La gente a casa non lo riporta. Succede anche quando è troppo pieno e non si riesce a infilarlo nel contenitore. Problema che tormenta soprattutto chi per bimbi e anziani usa il pannoloni.

Nives Concolino

Commenti non consentiti.

Marcar Rimini
Ceccaroli
Composet
Michelotti Santini
Guest.it
Spazio Assiamica
cd arredamenti
ediltutto
riccionese tendaggi
carrozzeria artigiana
ranch saloon
Muccioli
cavalluccio marino
bottega imbianchino