Nuova sede AUSL

martedì, marzo 26, 2013
da famijarciunesa

Uffici e ambulatori traslocano nella “torre del Perlaverde”

Tutti gli uffici e gli ambulatori dell’Ausl di piazza Unità e viale Cortemaggiore si trasferiscono nella “torre” del centro commerciale “Perla Verde” tra la Flaminia e Viale Berlinguer. Il trasloco è stato approvato il 31 gennaio con il voto favorevole dell’intera maggioranza e del Gruppo Misto (astenuta la Lista Civica, contrario il Pdl). La nuova sede con ampi parcheggi agevolerà gli utenti, ma servirà pure a dare una boccata d’ossigeno alle attività commerciali  del centro in sofferenza. I nuovi spazi, 1.600 metri quadrati in tutto, rispetto quelli finora in uso sono ridotti del 30 per cento, ma il sindaco Massimo Pironi assicura che: “non sarà tagliato alcun servizio”. Verrà meno, però, la palestra post-parto da 60/70 metri quadri “perché veniva usata appena quattro ore a settimana”, per cui il Comune per quest’attività metterà a disposizione le sue palestre, in orari concordati con l’Ausl”. La seconda novità riguarda l’ufficio di Certificazioni d’invalidità, che troverà spazio nel poliambulatorio dell’ospedale. Per il resto sui quattro piani da 400 metri quadri ciascuno (tre di una società in capo a un noto operatore riccionese e una alla Coop Adriatica) si prevede di trasferire la Direzione del distretto, il Dipartimento di sanità pubblica e cure primarie (quarto piano), il servizio Tutela salute famiglia, donna ed età evolutiva (terzo piano), la Neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza, anziani e disabili (secondo piano), il Centro salute mentale, la sala riunioni e la sala polivalente (primo piano). Considerato che si disporrà di circa 800 metri quadri in meno, qualche servizio si dovrà comunque restringere. Sta di fatto che con questa operazione, come annunciato in consiglio dai tecnici dell’Ausl, le spese d’affitto si dimezzano di un milione di euro all’anno. Un particolare: per varare questa operazione, il Comune ha dovuto fare due deroghe, sulle quali si è innescata la polemica dell’opposizione. La prima è stata necessaria per cambiare l’uso dei locali, adibiti non più a uffici, ma ad ambulatori, e la seconda per chiudere 350 metri quadrati di parcheggi interrati. Si tratta di 10 posti auto sui 504 tuttora a disposizione, da trasformare in deposito per l’archivio dell’Ausl e le carrozzine dei disabili.  Nello specifico la Lista civica contesta “la mancanza di linearità della pratica”. Fa sapere che  in base al parere tecnico “si può cambiare l’uso degli uffici in presidi sanitari, ma non si può andare derogare al Rue sui parcheggi”. A parere della capogruppo Renata Tosi, come pure per il Pdl, l’Ausl dovrebbe dotarsi di altri posti auto per i suoi utenti, senza usare quelli pubblici sotto il supermercato della Coop Adriatica. Chiusa questa partita, l’amministrazione comunale conta di trasferire il comando della Polizia Municipale al centro Jimmy Monaco, dove lo stesso Comune possiede 1.000 metri quadri di superficie, già usati per l’assessorato alle Attività economiche. A disposizione anche gli spazi liberati dall’Ufficio di collocamento che di recente di è spostato in viale Carpi. Negli uffici liberati dall’Ausl e dai vigili in viale Cortemaggiore, si dovrebbero, invece, trasferire i carabinieri, sotto sfratto in viale Verità.

Nives Concolino

Commenti non consentiti.

Marcar Rimini
Ceccaroli
Composet
Michelotti Santini
Guest.it
Spazio Assiamica
cd arredamenti
ediltutto
riccionese tendaggi
carrozzeria artigiana
ranch saloon
Muccioli
cavalluccio marino
bottega imbianchino