Palazzo Congressi

mercoledì, dicembre 1, 2010
da famijarciunesa

ll palazzo dei congressi sarà gestito dai riccionesi

I riminesi non metteranno le mani sul palazzo dei congressi di Riccione. A scongiurare il loro arrivo è stato un pool di albergatori riccionesi, che con diverse settimane d’anticipo rispetto la scadenza del 30 novembre, fissata dalla PalaRiccione, ha versato le quote per aderire al neoconsorzio, operativo dal primo gennaio 2011. Tra i primi figurano i titolari degli hotel Lungomare e Maestrale, Atlantic, Nautico, Des Bains, De la Ville, Corallo, Luna, Washington, Dory e Roma, intenzionati ad arruolare i restanti 27 colleghi che, come loro, fanno parte di Riccione Congressi, ma anche altri titolari di alberghi, operatori turistici e categorie economiche. Scopo dell’operazione é quello di gestire i congressi, prendendo in affitto i cinque piani del Palas per 175mila euro all’anno contro i 200mila previsti all’inizio, e di acquistare per 6milioni di euro la City Eyes per farne un’esclusiva terrazza panoramica per ristorazione ed eventi. Qui si prevede l’unificazione delle due sale esistenti, da predisporre con nuovi arredi e tendaggi. Quanto basta a creare un clima ovattato per buffet, cene di gala e congressi. Il ristorante, comunque, non sarà aperto al pubblico. Si lavora, insomma, per moltiplicare le presenze. D’altra parte come ha ribadito più volte il presidente della Spa Lucio Berardi, si mira  “a raddoppiare“ le attuali 130mila presenze annue, per superare le 260mila. Concluso l’affare, il Comune resterà proprietario solo degli spazi congressuali e del primo livello del parcheggio interrato, che gestirà con la Polizia municipale. Non solo. Il debito del Palas si ridurrà a 5milioni di euro, da ripagare con le rate dell’affitto degli albergatori. Come sottolineato, con tono sostenuto, da Ivan Neri direttore degli hotel Atlantic e Nautico e da Vincenzo Leardini del Lungomare e Il Maestrale, ora è “fondamentale la compartecipazione con Convention Bureau”, che criticano aspramente per l’atteggiamento di disparità, finora tenuto nei confronti di Rimini e Riccione.

Nives Concolino

Commenti non consentiti.

Marcar Rimini
Ceccaroli
Composet
Michelotti Santini
Guest.it
Spazio Assiamica
cd arredamenti
ediltutto
riccionese tendaggi
carrozzeria artigiana
ranch saloon
Muccioli
cavalluccio marino
bottega imbianchino