Centro estivo autistici

venerdì, settembre 24, 2010
da famijarciunesa

Marco e Cristina: il sogno diventa realtà

Era un sogno per diverse mamme e papà di Riccione e dintorni, ma l’impegno e la tenacia di Cristina Bordoni e di Marco Righetti, l’hanno fatto diventare realtà. E’ il centro estivo per ragazzi autistici, aperto il 12 giugno a Misano Adriatico a Villa Del Bianco, messa a disposizione dal sindaco Stefano Giannini e dal suo assessore Valerio Bertuccioli. I due amministratori sono stati colpiti dalla struggente lettera, dettata dall’esasperazione dei due noti albergatori ogni giorno costretti a fare i conti con il figlio autistico. Sull’onda delle difficoltà vissute in famiglia, attraverso il Carlino, avevano lanciato un forte appello per dar vita a una fondazione. Proprio con l’intento di creare un centro specifico per la cura e l’accoglienza dei ragazzi autistici, da supportare con degli educatori.  Una struttura che, come intuito dalla Bordoni “sia pure punto di riferimento per le famiglie, non un ghetto, ma luogo di integrazione, al quale affidarsi anche nei momenti di difficoltà con il supporto di educatori ben formati e non improvvisati. Il suo sogno è tuttora quello di avere a disposizione una colonia nei dintorni per trasformarla in albergo e offrire  un alloggio a chi da altre regioni viene in vacanza in riviera con il figlio autistico”. Proprio per far toccare con mano le sofferenze vissute dalle famiglie che vivono questo problema, i Righetti hanno riportato la loro testimonianza diretta nella lettera pubblicata su www.riminiautismo.it, sito dell’omonima associazione. L’unica che finora si era occupata in modo concreto del problema. Villa Del Bianco, dove i ragazzi, seguiti da esperti operatori della Cooperativa Millepiedi e la supervisione delle psicologhe del Centro Autismo di Rimini, hanno trascorso un’estate davvero serena, tra una miriade di attività, é il primo passo verso il grande progetto. Per cominciare il centro estivo, come ipotizzato dal direttore generale dell’Asl Marcello Tonini, potrebbe trasformarsi in annuale. E’ partito da lui l’invito a politici, genitori, medici e personale specializzato “per ritrovarsi insieme a tavolino e valutare come andare avanti”. D’altra parte Enrico Maria Fantaguzzi, presidente di Rimini Autismo Onlus, ha già in mano un progetto per l’apertura annuale. Prevede attività pomeridiane e weekend in autonomia per i ragazzi che vanno a scuola, nonché attività lavorativa per i più grandi. Il grande nodo è l’aspetto economico. Così i Righetti, anche da queste pagine, fanno appello agli uomini di buona volontà, sponsor e istituzioni, affinché diano una mano. Intanto i genitori per sostenere il centro estivo hanno organizzato una rassegna di concerti in villa.

Nives Concolino

Commenti non consentiti.

Marcar Rimini
Ceccaroli
Composet
Michelotti Santini
Guest.it
Spazio Assiamica
cd arredamenti
ediltutto
riccionese tendaggi
carrozzeria artigiana
ranch saloon
Muccioli
cavalluccio marino
bottega imbianchino