Come eravamo

mercoledì, marzo 31, 2010
da famijarciunesa

I nostri ricordi finiscono in mostra

Come eravamo… Immagini, storie, volti del passato. Il nostro passato. Famija Arciunesa in questo è stata  precursore di un genere, quello di andare a pescare in fondo ai cassetti la storia minore. La rubrica, ancora oggi una delle più seguite di questo giornale, è nata nell’ottobre del 1992, da un’idea di Roberto Mignani, una paginetta dove ospitare le immagini vecchie di almeno quarant’anni. Da allora l’immenso album dei ricordi si è irrobustito, quelle pagine hanno assunto il valore di un archivio del costume. Oltre a raccontare le vecchie famiglie riccionesi segnano il rapido susseguirsi di mode, gusti, tendenze. Documenti del nostro vivere quotidiano, per i lettori lo specchio dove ritrovarsi attraverso le facce del nostro passato. Inizitiva analoga è legata ai 125 anni del quotidiano il Resto del Carlino che, in accordo con il Comune di Riccione, dedicherà al “come eravamo” l’estate ormai alle porte. Tema saranno le vacanze a Riccione. “Riccione nel cuore. La spiaggia nel cassetto in oltre cent’anni di vacanza balneare”. Saranno le foto a fare da protagoniste in un viaggio attraverso il passato che permetterà ai lettori del Carlino di apprezzare la storia e le tradizioni. Si parte con i primi decenni del secolo, dagli anni’10 fino al periodo fascista, per arrivare agli anni ’50, ’60 e ’70. Ultimi, ma solo cronologicamente, gli anni ’80 fino ai giorni nostri quando Riccione, al turismo balneare e familiare, ha affiancato il divertimento dei parchi acquatici e delle discoteche. Partecipare è molto semplice: tutti i lettori potranno inviare immagini e altri materiali che ritraggono loro o le loro famiglie in vacanza a Riccione. Romantici scatti per due, momenti divertenti insieme agli amici, ricordi di un passato lontano o recente, di famiglie con bambini sulla spiaggia o di amici e coppie nei locali notturni. Tutto il materiale sarà visionato e valutato da una commissione composta da 6 esperti che avranno l’incarico di individuare quelli più meritevoli. Ai migliori tre verranno assegnati i premi che consisteranno in esclusivi soggiorni a Riccione. Gli scatti più belli diventeranno protagonisti di una mostra fotografica che il Comune di Riccione allestirà in autunno. Dal 18 febbraio chi ha compiuto 18 anni ed è  in possesso di fotografie o filmini familiari (in qualsiasi formato purché anteriori al 1980) di vacanze a Riccione, possono inviare i propri materiali. Immagini di qualsiasi situazione di vita familiare sulla spiaggia, in hotel, in case private o in qualsiasi altro luogo pubblico della città di Riccione. I materiali devono essere inviati entro il 31 maggio alla Poligrafici Editoriale s.p.a o per posta (via E. Mattei 106, 40138 Bologna Ufficio Relazioni Esterne 1° piano) o per mail all’indirizzo riccionenelcuore@ilrestodelcarlino.it. Ogni fotografia o filmino deve essere corredato dei dati anagrafici, riportare i nomi delle persone ritratte o riprese, il luogo dello scatto o della ripresa (nome o numero dello stabilimento balneare, del viale o del locale), l’anno di realizzazione (mese e giorno qualora conosciuti) e qualsiasi altra indicazione per contestualizzare l’immagine o la ripresa. Una commissione composta dal Direttore del Resto del Carlino Pierluigi Visci, dal vice direttore Pierluigi Masini, dal fotografo Nino Migliori e da Daniela Grossi, responsabile Museo del Territorio e Archivio Storico Comune di Riccione; Giorgio Galavotti, presidente Premio Riccione per il Teatro e Armando Semprini, studioso di storia locale, si riunirà per vagliare tutti i materiali e individuare quelli più pregevoli. Entro il 30 giugno saranno comunicati i nomi dei primi cinque classificati che si aggiudicheranno 5 buoni vacanza weekend.

Commenti non consentiti.

Marcar Rimini
Ceccaroli
Composet
Michelotti Santini
Guest.it
Spazio Assiamica
cd arredamenti
ediltutto
riccionese tendaggi
carrozzeria artigiana
ranch saloon
Muccioli
cavalluccio marino
bottega imbianchino