Novella Bugli

giovedì, giugno 10, 2010
da famijarciunesa

Novella Bugli… una donna di mare

Riccione… l’Alba… la spiaggia… Novella Bugli. Entrata nei 90 anni, ma ancora piena di vita e grinta, è un’autentica pioniera della balneazione.  Sì, perché i Bugli hanno lavorato sempre sulla riva del  mare, incominciando come pescatori per poi passare alla gestione, accanto a pochissime altre grandi famiglie, di una spiaggia che prima della guerra non era altro che un’ampia distesa di sterpaglie, e che mai avrebbe immaginato di diventare in pochi anni la protagonista principale della performance turistica riccionese.
Come è incominciata la sua lunga storia di mare?
“Mio padre Oreste (Ristein) era pescatore come mio nonno Giovanni, e anche falegname. Quando arrivarono i primi bolognesi che avevano acquistato dei villini sul mare , oltre a cucinare per loro la sua specialità, il brodetto, cominciò a preparare uno spazio confortevole nella spiaggia antistante comprando i primi 3-4 sdrai. Montò i primi prototipi di tende e provò a costruire da solo i primi mosconi. Da lì partì l’attività che coinvolse poi tutta la famiglia allargata dei Bugli, sino a coprire il tratto di spiaggia che arrivava al porto.”
Come è incominciata  la sua lunga storia… d’amore?
“Sono nata in una barca praticamente. Mio babbo era ritornato dalla pesca e mia mamma Ersilia lo aiutava a togliere i pesci dalla rete…  hanno fatto appena in tempo ad arrivare casa! Mio babbo poi scrisse il mio nome su quella barca. Sono sempre vissuta accanto al mare, poi mi sono sposata, ho avuto tre figli, Elio, Paolo e Maurizio, e mentre mio marito durante la guerra scontava sette anni di prigionia in Sud Africa sono restata accanto ai miei genitori. Quando è tornato abbiamo fatto i custodi alla Colonia Primavera; ma in estate eravamo di nuovo a spiaggia, e lui faceva il salvataggio. Nel ’62  la zona venne divisa tra noi e loro… ma mio marito, morto a 49 anni, non fece neanche in tempo a godersela. Ma ci sono rimasta io, e poi anche i miei figli e i miei nipoti. E io fino a che non muoio sarò lì, dico sempre che mi dovranno seppellire sotto le docce…!”
Quanto è cambiato il vostro lavoro in più di mezzo secolo?
“ Una cosa buffa che mi ricordo negli anni subito dopo la guerra è quando venivano a fare il bagno le donne giù dalla campagna: si spogliavamo e restavano in sottoveste, e quando erano in acqua queste si gonfiavamo e salivano…  Affittavamo anche i costumi e gli asciugamani. E c’erano le sabbiature: la sera si preparavano le buche dove al mattino entravano le signore e noi le ricoprivamo con la sabbia calda. Ma poi abbiamo dovuto smettere di farle, e anche togliere dall’acqua trampolini e altalene perché potevano diventare dannosi per la sicurezza. Verso sera organizzavamo la pesca a tratta alla quale partecipavano con entusiasmo anche i turisti. Nel giro di dieci anni le nostre spiagge sono diventate attrezzatissime: adesso ci sono l’animazione e i giochi per i bambini, i balli latino-americani, la Nutella-party, le biciclette, la palestra, il punto Internet… ”
Quale sono i ricordi più particolari legati al Bagno 114?
“La nostra zona è di fronte all’Hotel Gemma, e lì soggiornavano sempre personaggi famosi dello spettacolo. Un figlio di Mike Bongiorno lo badavo io con sua nonna; ogni tanto scendeva anche Mina. Poi c’era tutta la famiglia di Adriano Celentano  che per due anni aveva anche affittato un mio appartamento. Il più simpatico era Carlo Dapporto, che si metteva sotto la sua tenda e attorno a lui si creava un capannello di turisti che ridevano a crepapelle. Un’altra curiosità la chiamavamo ‘palcoscenico vacanze’: le giovani signore che trascorrevano sino a 30 anni fa due o tre settimane di vacanze con i loro bambini, per cinque giorni a settimana non disdegnavano per niente le attenzioni anche dei nostri vitelloni… ma il sabato e la domenica, quando arrivavano i mariti, diventavano le mogli più brave e devote!”

Maria Grazia Tosi

Commenti non consentiti.

Marcar Rimini
Ceccaroli
Composet
Michelotti Santini
Guest.it
Spazio Assiamica
cd arredamenti
ediltutto
riccionese tendaggi
carrozzeria artigiana
ranch saloon
Muccioli
cavalluccio marino
bottega imbianchino