Omar Montanari

venerdì, ottobre 14, 2011
da famijarciunesa

Omar Montanari: dalle Fontanelle a Salisburgo… tutto d’un fiato

Se è vero che la musica classica è il più grande e raffinato strumento di comunicazione, Omar Montanari ne è la prova reale. Giovane baritono, dalle grandi qualità interpretative, nato a Riccione, cresciuto “orgogliosamente” nel quartiere Fontanelle, dall’inizio della sua carriera ha contribuito immediatamente a portare alto il nome della città in tutto il mondo. Tutto comincia per Omar intorno agli undici anni, ascoltando per caso un vecchio disco in vinile, “Il Trovatore” di Giuseppe Verdi, “fu un vero e proprio colpo di fulmine”. Diplomato poi al Conservatorio Rossini di Pesaro in canto lirico, nel 2000 debutta con successo all’Auditorium della città marchigiana. Una parabola in ascesa la sua, dopo la vittoria al Concorso Europeo di Spoleto nel 2000 per giovani cantanti lirici, i più grandi teatri del mondo lo hanno visto calcare le scene con oltre 30 opere in repertorio, entusiasmando e appassionando gli ascoltatori. Una voce capace di “mettere le ali”  ma anche animo sensibile e modesto, è quel che viene da pensare immediatamente quando lo si incontra. Il 13 maggio ha ricevuto il premio internazionale Gianni Poggi quale migliore interprete esibitosi negli ultimi due anni al teatro Municipale di Piacenza. L’autorevole riconoscimento, che prima di lui avevano ricevuto grandi della lirica, ha coinciso con il debutto al Festival di Salisburgo, uno degli appuntamenti culturali più significativi in tutto il mondo, in una produzione di grande prestigio: “I due Figaro o sia il soggetto di una commedia”, sotto la direzione del maestro Riccardo Muti, opera che verrà riproposta a Madrid il prossimo anno. Un  bel traguardo per il cantante riccionese, che fa apparire l’episodio come la cosa più naturale al mondo. Omar comunque riparte sempre dalla musica: tantissimi gli appuntamenti, con la fierezza di riuscire a coniugare la propria voce con i dettami dell’interpretazione.Un grazie a Omar Montanari per rappresentare così bene la nostra città e la musica: il linguaggio universale che unisce gli uomini.

Cinzia Bauzone

Commenti non consentiti.

Marcar Rimini
Ceccaroli
Composet
Michelotti Santini
Guest.it
Spazio Assiamica
cd arredamenti
ediltutto
riccionese tendaggi
carrozzeria artigiana
ranch saloon
Muccioli
cavalluccio marino
bottega imbianchino