Foja zala – Foglia Gialla

mercoledì, ottobre 7, 2009
da famijarciunesa

di Giannino Betti

Foja zala

l gnorgna i raz
Si batéch de barcocle
Dov l’inverne
L’à masè tot quant,
Ma na pori foja zala,
tistèrda e tisga
la resést me temp cativ.
Pinsè cla patés e frèd,
la suporta
vènt e piova,
brèina e guaza,
ma l’an s’arénd,
tignosa l’an mòla.
T’un colp
E vènt u s’ingrosa
Sempre ad pió
E t’un fról
La pori foja zala
La s’arugla t’un canton
Spizénd tot al spirènze
D’esést.
E sarméja
Me camèin dla nosta vita,
che t’rasp t’rasp per fè nota,
e pó ad bòta
un rugh-le,
e it splés t’un canton

Foglia gialla

Si lamentano gli uccelli
Sui rami dell’albicocco
Dove l’inverno
Ha nascosto tutto quanto
Ma una povera foglia gialla
Testarda e tisica
Resiste al tempo cattivo.
Pensare che soffre il freddo
Sopporta
Vento e pioggia
Brina e rugiada
Però non si arrende
Tignosa non molla.
Di colpo
Il vento si ingrossa
Sempre di più
E in una giravolta
La povera foglia gialla
Si rotola in un angolo
Spezzando tutte le speranze
Di esistere.
Assomiglia
Al cammino della nostra vita
Che ti affanni ti affanni per far notte
E poi di colpo
Un tonfo
E ti seppelliscono in un angolo.

Commenti non consentiti.

Marcar Rimini
Ceccaroli
Composet
Michelotti Santini
Guest.it
Spazio Assiamica
cd arredamenti
ediltutto
riccionese tendaggi
carrozzeria artigiana
ranch saloon
Muccioli
cavalluccio marino
bottega imbianchino