Day hospital oncologico

giovedì, febbraio 4, 2010
da famijarciunesa

Un grande obiettivo da realizzare insieme

E’ partita la maratona  solidale in tutto il territorio di raccolta fondi per portare un aiuto concreto alla speranza. A vent’anni dall’inaugurazione dell’oncologia presso l’ospedale Infermi di Rimini, ora il reparto vuole fare un salto di qualità e realizzare un nuovo day hospital. “Si tratta di una struttura vicina al paziente, studiata per il trattamento della malattia nel modo più professionale e sereno possibile”, ha affermato il dottor Alberto Ravaioli in occasione della conferenza stampa di presentazione del progetto, da lui fortemente voluto, per offrire un ambiente dignitoso e sereno ai pazienti, per migliorare i servizi e la qualità della cura. Il nuovo day hospital permetterà un sistema di prevenzione che si articola nella cura del seno, dell’utero e del colon retto. Aziende, enti privati e pubblici, cittadini, tutti possono partecipare con un proprio libero contributo. Ciascuno potrà fare la sua parte. Il day  hospital non sarà pagato solo con i soldi dell’Ausl ma anche con i soldi dei cittadini. Dal 1990 ad oggi il reparto ha avuto in cura 12 mila persone e si è registrato un incremento di 1.000 casi in più all’anno. I numeri dei pazienti inseriti nei protocolli di ricerca mostrano lo sviluppo dell’innovazione della cura: sono 1.400 i pazienti trattati con terapie sperimentali; 57 i tipi di terapie differenti.  Il reparto ha eseguito finora 122 trapianti di midollo. Testimonal del progetto day hospital è stato il presidente della Provincia di Rimini Stefano Vitali in rappresentanza di tutta una comunità di cittadini che opera fattivamente per il bene della collettività. Il presidente, in occasione della conferenza stampa per la presentazione del progetto ha parlato, svestendosi del suo ruolo istituzionale, identificandosi fra i 12 mila pazienti seguiti dal reparto di oncologia all’Infermi di Rimini. Diversi gli interventi anche dal pubblico che ha voluto sottolineare il ruolo importantissimo dell’Istituto Oncologico Romagnolo. Oggi tanti pazienti guariscono e tanti possono combattere la loro battaglia rimanendo nelle loro famiglie e spesso nel luogo di lavoro. La “qualità della vita” è  stato uno dei risultati più importanti, ottenuto grazie all’impegno dei medici, dei ricercatori, degli operatori che ogni giorno hanno combattuto a fianco dei loro pazienti con professionalità e con grande umanità.
Marina Giannini

Commenti non consentiti.

Marcar Rimini
Ceccaroli
Composet
Michelotti Santini
Guest.it
Spazio Assiamica
cd arredamenti
ediltutto
riccionese tendaggi
carrozzeria artigiana
ranch saloon
Muccioli
cavalluccio marino
bottega imbianchino