Erboristeria l’Alchimista

giovedì, giugno 7, 2012
da famijarciunesa

Caldo e gambe gonfie?

La sindrome delle gambe gonfie o pesanti è spesso causata dall’insufficenza  venosa cronica e dalle varici, associate a problemi di ritenzione idrica: la sintomatologia dipende da molteplici fattori, tra cui l’ereditarietà, l’età, il peso, gli ormoni e lo stile di vita.Se le donne sono più toccate degli uomini da questi fastidi, è semplicemente a causa degli ormoni sessuali (estrogeni e progestinici) e soprattutto delle loro variazioni. L’aumento della sindrome si ha anche nel caso di trattamenti come la pillola contraccettiva o di trattamenti ormonali sostitutivi della menopausa.Inoltre il tabagismo ha un effetto negativo sulla circolazione venosa . Questa sindrome si percepisce con dolori o fastidi al livello degli arti inferiori, che provocano sensazioni di gambe gonfie o pesanti, pizzicori, tensioni e stanchezza, a volte sono associate a crampi ed  a dolori sulla superficie venosa. Per prevenire il gonfiore, evitate di manterene posizione seduta con gambe incrociate per lungo tempo, gli abiti troppo stretti (jeans, stivali o calzini) che rischiano di provocare l’effetto laccio emostatico e ostacolare la circolazione sanguigna; le scarpe troppo piatte o a tacco troppo alto, il calore diretto (esposizioni prolungate al sole, bagni troppo caldi, sauna, depilazione alla cera calda o riscaldamento a pavimento) e (come detto) il tabacco. Praticate lunghe camminate, (anche nell’acqua di mare), andate in bicicletta e fate, se potete un po’ di ginnastica dolce e il nuoto che rafforzano e proteggono la parete dei vasi venosi. Per quanto riguarda il quotidiano, alcuni rimedi naturali possono fortunatamente migliorare la circolazione periferica così come facilitare il drenaggio dei liquidi; la sera (ma anche al mattino), massaggiate, dal basso verso l’alto, le gambe con creme o gel creati appositamente, a base di piante come la vite rossa, l’hamamelis, il ruscus, l’ippocastano, centella, edera, i semi di Uva, che rafforzano la tonicità venosa. Se le gambe sono doloranti è utile anche un massaggio con un mix di oli essenziali specifici: rosmarino, ginepro, limone, pompelmo e menta. Esistono anche integratori che contengono queste stesse piante,oltre alla  diosmina, un glicoside flavonico naturale, che può essere di aiuto in persone soggette a fragilità capillare, o che fanno poco movimento. Se utilizzati per tempo (prima dell’arrivo del gran caldo), e di solito nei cambi di stagione, questi prodotti donano un enorme sollievo e mantengono in forma la circolazione venosa,senza altri effetti indesiderati. Se i piedi sono gonfi, praticate pediluvi con bicarbonato o sale comune. L’acqua poi, è essenziale per dire addio ai problemi, pertanto, è fondamentale berne molta ogni giorno e mantenere le gambe in movimento. Ricordiamoci che una  malattia venosa non trattata rischia di favorire la comparsa di varici (dilatazione permanente delle vene). Parlatene con fiducia col Vostro farmacista/erborista di fiducia, saprà consigliarVi al meglio, tenendo conto delle Vostre problematiche, ed eventuali interazioni con altre terapie in corso.

Scola dr. Lorenzo

Commenti non consentiti.

Marcar Rimini
Ceccaroli
Composet
Michelotti Santini
Guest.it
Spazio Assiamica
cd arredamenti
ediltutto
riccionese tendaggi
carrozzeria artigiana
ranch saloon
Muccioli
cavalluccio marino
bottega imbianchino