Palestra Gold

lunedì, giugno 3, 2013
da famijarciunesa

Mens sana in corpore sano!

Mens sana in corpore sano, dicevano i latini. Pragmatici ed essenziali avevano individuato in questa frase un binomio perfetto. Oggi come allora abbiamo la necessità di scoprire uno stile di vita sano che ci permetta di vivere meglio. E’ fondamentale partire dall’alimentazione. Siamo estremamente fortunati perché nel nostro Paese si trovano prodotti alimentari di primissimo livello, funzionali ad una dieta equilibrata. La celebre dieta mediterranea è diventata un vero e proprio marchio di fabbrica del made in Italy. Da sola, però, non basta. E’ assolutamente essenziale abbinare ad essa una continua attività fisica. Recenti studi dimostrano che uno stile di vita sano aiuta a prevenire problematiche o addirittura vere e proprie patologie. Si pensi al diabete, a malattie cardio-circolatorie o a forme tumorali che coinvolgono stomaco ed intestino. Se a ciò si aggiunge che anche l’umore ne trae beneficio, allora vale davvero la pena provare a seguire qualche piccolo consiglio di carattere generale. In primis dobbiamo scoprire il nostro fabbisogno calorico giornaliero, suddividendo le calorie secondo un ordine più o meno stabilito nel corso della giornata. E’ poi importantissimo variare le tipologie dei piatti seguendo la piramide alimentare. Noi tutti siamo i primi a dover essere consapevoli che uno stile di vita sano e attivo sta alla base della prevenzione di molte malattie. Oggi, solo per fare un esempio, l’obesità – malattia cronica legata ad una cattiva alimentazione e ad un sempre crescente stile di vita sedentario – è ormai considerata una pandemia a livello planetario. E in Italia l’aumento del fenomeno è a dir poco impressionante, specie in età pediatrica/adolescenziale. In sintesi, il progetto di sviluppare una coscienza migliore in campo nutrizionale ed integrativo nasce da un’esigenza ormai diventata non procrastinabile. Per motivi diversi e multiformi la nutrizione e soprattutto l’educazione alimentare, stanno subendo un’involuzione che gli addetti al benessere fisico, in quanto educatori, devono combattere. L’alimentazione è alla base di quello che siamo, è il modo che abbiamo per parlare con il nostro corpo e, nella maggior parte dei casi, curarci. Qualsiasi condizione intrinseca del nostro organismo dipende dalla qualità alimentare a cui lo sottoponiamo. Oltre al progetto “alimentazione” in parallelo si dovrebbe percorrere anche quello di “integrazione“. Se l’alimentazione è la base da cui si deve partire, l’integrazione rappresenta l’evoluzione in campo sportivo, ed i centri dove si pratica sport, in quanto punti di eccellenza, non potranno rimanere indietro su questo aspetto. Quando parliamo di integrazione però, non dobbiamo confonderla con il doping. Il discorso centrale sarà sempre basato sull’alimentazione a cui, con differenze in base all’età, al livello agonistico e al sesso, verrà aggiunto il percorso integrativo (del tutto volontario e senza pressione alcuna). La nostra integrazione avrà come target il BENESSERE di chi pratica sport e non la loro performance. Dobbiamo pensare che il compito dei vari centri sia quello di contribuire alla salute dei propri utenti che, proprio in quanto “atleti” sani, potranno allenarsi meglio, con più intensità ed ottenere risultati migliori. Mens sana in corpore sano, insomma. Che avessero davvero ragione i latini?

Gold Wellness Academy
in collaborazione con
Dott.ssa Sara Poggioli e Dott. Guido Porcellini

Commenti non consentiti.

Marcar Rimini
Ceccaroli
Composet
Michelotti Santini
Guest.it
Spazio Assiamica
cd arredamenti
ediltutto
riccionese tendaggi
carrozzeria artigiana
ranch saloon
Muccioli
cavalluccio marino
bottega imbianchino