Un po’ di storia

martedì, aprile 10, 2012
da famijarciunesa

Il nuovo Comune nelle guide turistiche

L’estate del 1923 non poteva iniziare sotto migliori auspici. Nelle edicole due nuovi opuscoli per la prima volta accennano alla “città” di Riccione: la “Guida storico-artistica di Rimini” di Luigi e Carlo Tonini e lam”Guida di Rimini e dintorni” di Mario Becca. Rendiamoci conto, sfogliando le loro pagine, come viene presentato ai turisti il nuovo comune. Scrivono i Tonini: «Municipio di Riccione. Riccione dista da Rimini Km. 10 e conta 5.500 abitanti all’incirca. Ha Stazione Ferroviaria con fermata di tutti i treni ed altra comodissima utilità di avere un servizio elettromobile Rimini-Miramare-Riccione e viceversa; ha servizio medico, ostetrico, farmacia e Stazione di bagni di molto nome, con due ospizi marini per la cura dei fanciulli inviati da Mantova e da varie città dell’Emilia e della Romagna. Vi è uno Stabilimento idroterapico ed ottimi hotel e vari ristoranti. Vi è pure il Grand Hotel Lido Galavotti, l’unico sul mare. La signora Maria Boorman ved. Ceccarini fece erigere l’Ospedale per i poveri infermi, ed un Giardino Infantile per l’educazione dei fanciulli poveri e molte altre benemerenze; per ciò dal Ministro della P. I. ebbe la Medaglia d’Oro e dal municipio di Rimini la cittadinanza. I Riccionesi la ricordano ancora con affetto e riconoscenza»”. Come si può notare, tolto il titoletto iniziale -dove il termine «Municipio» sostituisce la vecchia locuzione di «Borgata»- nulla traspare del nuovo stato giuridico e amministrativo di Riccione. Qualcosa di “fresco”, invece, figura nella guida curata da Becca. Leggiamola: «Riccione. In ordine di importanza, questa Stazione balneare viene seconda dopo Rimini. È a 10 chilometri da questa, sulla linea Rimini-Ancona. Vi si giunge anche seguendo la Litoranea al mare (non consigliabile agli automobilisti) sulla quale, si spera, correrà fra non molti anni la tranvia elettrica che congiungerà Rimini a Riccione e a Cattolica, il che renderà queste ridenti Stazioni di più facile accesso e più intimamente legate alla sorella maggiore, Rimini. Del resto Rimini e Riccione stanno già congiungendosi col sorgere qua e là, sul litorale, di piccoli raggruppamenti di ville. Il più importante agglomerato è Miramare, a circa mezza strada. Riccione ha formato il proprio Comune autonomo il l gennaio 1923. La Sede Comunale è nel vecchio paese, che è esteso sui lati della via Flaminia; il nuovo (Riccione Marina) comincia al passaggio livello della Ferrovia, composto di ville e case ridentissime, intersecate da diversi vialetti ombrosi. La spiaggia è bellissima ed ogni anno gremita di bagnanti. Ha numerosi alberghi e pensioni di carattere famigliare, un teatro, una arena all’aperto e parecchi simpatici ed attraenti ritrovi di divertimento e di ballo». L’accenno alla tranvia elettrica, che congiungerà Riccione a Rimini, fa riferimento ai patti stabiliti tra i due comuni nel momento della separazione; un’opera grandiosa, questa, che avrà compimento qualche anno dopo la costruzione del ponte sul Marano. Un’altra curiosità che emerge nel volumetto del Becca è la sede del municipio, al numero civico 15 di via De Vito, di fronte alla stazione ferroviaria”, un fabbricato di proprietà della contessa Martinelli, che si compone di 10 piccoli ambienti adibiti ad uffici. Preso in affitto nel 1922, appena Riccione si costituì comune autonomo, l’edificio resterà sede provvisoria del municipio fino al 31 dicembre del 1923; dal primo gennaio del 1924, il comune si trasferirà nella villa di Maria Innocenti, moglie del medico condotto Federico Riccioni, situata in via Piva all’angolo di viale Ceccarini. Questa seconda residenza municipale, acquistata per 180.000 lire e pagata dall’amministrazione in sette anni con rate semestrali, col tempo sarà opportunamente ristrutturata (1926) e ampliata (1929).

Tratto da: Dall’Internazionale a Giovinezza di Manlio Masini

Commenti non consentiti.

Marcar Rimini
Ceccaroli
Composet
Michelotti Santini
Guest.it
Spazio Assiamica
cd arredamenti
ediltutto
riccionese tendaggi
carrozzeria artigiana
ranch saloon
Muccioli
cavalluccio marino
bottega imbianchino