Palacongressi

mercoledì, ottobre 7, 2009
da famijarciunesa

Che scossa! Berardi presidente. Bartolini nuovo amministratore delegato

Si chiude l’era di Giorgio Montanari, inizia quella dei manager. Svolta alla guida della PalaRiccione, che affida al riccionese Matteo Bartolini il compito (non facilissimo) di trascinare fuori dalle secche contabili la società che controlla il palacongressi. Bartolini sarà il nuovo amministratore delgato della Spa, mentre la presidenza è anadata all’ex assessore del Pd, Lucio Berardi. Il sindaco Massimo Pironi ha provveduto, il 28 luglio scorso, a nominare il nuovo cda. Un atto formale, che anticipa la svolta. Primo compito della nuova squadra sarà quello di piazzare sul mercato la galleria commerciale, tallone d’Achille del colosso, la causa dei sonni insonni di vecchi e nuovi amministratori. Bartolini dovrà «curare la situazione finanziaria e immobiliare della società» come spiega il sindaco Pironi. Il cda sarà chiamato a un’attività più intensa già nelle prime settimana dall’insediamento. Oltre a Montanari hanno lasciato l’incarico Orfeo Grossi, Sandro Del Bianco, Andrea Urbinati, Cinzia Tura e Atos Batarra. Sono rimasti: Attilio Battarra per la Fondazione Cassa di Risparmio, Piergiorgio Burioni per Riccione congressi, Paolo Casadei per il Comune. I nuovi nominati sono: Sergio Pioggia per Confcommercio, Mario Maggioli e Matteo Bartolini nominati dall’amministrazione, Mauro Villa per la Provincia, Giancarlo Ciaroni per la Camera di commercio. Due le partite aperte: la vendita del commerciale e il passaggio da una gestione pubblica a una privata. Sul primo aspetto il sindaco Pironi vuole accelerare i tempi. «Vanno cercate soluzioni nuove che possono essere la vendita di superfici parziali e l’affitto prima della cessione degli spazi, giusto per citarne alcune». In altre parole bisogna incassare il prima possibile i circa 20 milioni di euro con la vendita della galleria commerciale, sistemare i conti della società e pensare a un soggetto privato perché «non può investire solo il pubblico», dice Pironi che ribadisce il concetto: «Servono capacità manageriali vere che vedano coinvolti e protagonisti di questa sfida non solo imprenditori del posto, ma anche riminesi». Gli albergatori dall’inizio dell’anno hanno costituito un proprio soggetto che vede impegnati Riccione congressi e Promhotels con l’obiettivo di gestire la struttura. Serve però del tempo. Una struttura che resta poco snella, quella del Palas, anche se i nodi sono finanziari e gestionali. Urge un cambio di marcia, maggiore flessibilità e preparazione, un approccio manageriale. La sfida è aperta, per i nuovi vertici non ci sarà una prova d’appello.

Commenti non consentiti.

Marcar Rimini
Ceccaroli
Composet
Michelotti Santini
Guest.it
Spazio Assiamica
cd arredamenti
ediltutto
riccionese tendaggi
carrozzeria artigiana
ranch saloon
Muccioli
cavalluccio marino
bottega imbianchino