12.5 C
Comune di Riccione
giovedì, Aprile 22, 2021

Slide Slide Slide Slide Slide
Home Personaggi Riccionesi Angelina Urbinati: la “Zaghina” dal smènte

Angelina Urbinati: la “Zaghina” dal smènte

Slide Slide Slide Slide Slide

Slide Slide Slide Slide Slide

Angelina Urbinati alias “La Zaghina”, a Riccione con la sua attività di sementi è stata una delle artefici della rinascita del vecchio Paese dopo la guerra, insieme ad altre figure femminili.

Angelina Urbinati ( classe 1919) l’Angìòla, detta la “Zaghina” per aver sposato Salvatore “Tore” Zaghini (classe 1906) era conosciutissima e benvoluta. A Riccione Paese aveva aperto l’attività per la vendita di sementi e cereali nel lontanissimo 1946 (negli ultimi anni aggiunse le piante in vaso) con sacrifici impensabili.

Faceva parte di quella cerchia di donne intraprendenti e instancabili che nel dopoguerra diedero vita, attorno alla chiesa vecchia di S. Martino in C.so F.lli Cervi, a varie forme di commercio. Basti ricordare la Faustina di tabach, la Pasquina ad Budrièl per al cunfezioun, la Rosa ad Pipèin per e magnè, la Isa ad S-cènt per e lat prèima e j’udor dèp.

Erano solidali tra loro, non conoscevano invidia, c’era cooperazione e la sera dopo un’estenuante giornata di 16/18 ore senza fermarsi si riunivano davanti alla Faustina per “fè la végìa”, raccontarsi i fatti curiosi, i problemi personali, i ricordi e, perchè no, qualche intrigante pettegolezzo. Donne forti, indimenticabili.

Donne da ricordare con affetto.

Slide Slide Slide Slide Slide

Slide Slide Slide Slide Slide

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi Pubblicati

Commenti Recenti

Dondi Gian Luigi (Gil) on William Pozzi e la passione per la boxe
Casali Anna Maria on Conosci il dialetto riccionese?