Il Direttivo di FA

Da sinistra: Federico Galli (consigliere), Andrea Urbinati (consigliere), Antonio Cianciosi (segretario), Paolo Santovito (consigliere), Francesco Cesarini (presidente), Alessandra Prioli (vice presidente), Roberto Terenziani (consigliere), Antonio Batarra (tesoriere), Valerio Tullio (consigliere).

Famija Arciunesa ha rinnovato il proprio C.d.A., ecco  il nuovo direttivo!
“Famija Arciunesa rinnova il proprio C.d.A. Dopo 18 anni di grande lavoro, portato avanti con infinita passione, Giuseppe Lo Magro lascia la Presidenza della storica Associazione riccionese, lanciando idealmente il testimone ad un gruppo di giovani riccionesi. Dopo le partecipate elezioni del 20 luglio il nuovo C.d.A. si è riunito l’8 ottobre 2019 per la nomina delle cariche sociali.

Il nuovo Presidente è Francesco Cesarini, il Vice Presidente Alessandra Prioli mentre sono stati confermati Antonio Batarra come tesoriere, Antonio Cianciosi come segretario e Paolo Santovito come consigliere. Gli altri consiglieri eletti nel nuovo direttivo sono Federico Galli, Valerio Tullio, Andrea Urbinati e Roberto Terenziani.

Dopo la grande soddisfazione per la riuscita della Festa di “Fine Estate” del 29 settembre 2019, ad Oltremare hanno partecipato circa 2000 persone, il nuovo Consiglio ha fatto il suo esordio ufficiale sabato 19 ottobre, giornata del compleanno di Riccione, con una donazione di 2 mila euro in favore dell’Aism che ha festeggiato i suoi 30 anni di attività a Riccione.

Poi a novembre 2019 i ragazzi del direttivo si sono attivati per riprendere la vecchia tradizione delle caldarroste benefiche. E così si è ripartiti da Piazzale Ceccarini (davanti al Palazzo del Turismo) incontrando gente e raccogliendo i fondi poi devoluti all’Emporio Solidale di Riccione.

A Natale 2019 FA ha allestito un proprio corner, all’interno della galleria del centro commerciale Perlaverde, per vendere i propri libri il cui ricavato è andato in beneficenza.

Il 2020 si è aperto con la festa il 30 gennaio per i 40 anni di Famija Arciunesa al Teatro Tondelli, serata con una grandissima partecipazione e con la presentazione del primo numero rinnovato della rivista dell’associazione.

A marzo 2020 con lo scoppio della pandemia da coronavirus nonostante l’isolamento forzato il direttivo di FA si è messo in moto attivando la raccolta fondi “Riccione contro il Coronavirus“, un’iniziativa partita dal basso capace di coinvolgere donatori in tutta la provincia e coinvolgendo tante associazioni amiche. Storico il risultato: raccolti oltre 100 mila euro da donare in beneficenza con l’acquisto di macchinari per l’Ospedale Ceccarini e buoni pasto per le famiglie in difficoltà di Riccione.

Dopo aver nell’autunno 2020 portato avanti la consegna ufficiale dei macchinari acquistati per il Ceccarini, il direttivo di FA si è avvicinato alle festività natalizie con la consapevolezza di vivere un momento storico  e davvero complicato. Per questo motivo ha messo in campo l’iniziativa “Riccione regali a Km zero” a sostegno dei negozi di prossimità, donati oltre 1000 libri di storia locale ed editi da FA. Coinvolte nell’iniziativa tutte le associazioni di categoria e tutti i comitati di zona della città. Una grande squadra!

A Natale 2020 il direttivo di FA riprende l’iniziativa del concorso dei presepi attraverso il coinvolgimento di tutte le parrocchie della città: sorprendente la grande la partecipazione per “Vota il presepe” con 188 presepi partecipanti e migliaia di voti raccolti on-line.

Gia perché sempre il 5 dicembre 2020 FA lancia il suo nuovo sito, un ambizioso progetto che nel giro di poche settimane raggiunge numeri importanti, con punte di quasi 4 mila singoli accessi quotidiani.

Obiettivo del nuovo direttivo di Famija Arciunesa lavorare sul solco della continuità per trasmettere l’ideale testimone dei padri fondatori di Famija Arciunesa alle nuove generazioni, attraverso un loro crescente e continuo coinvolgimento.  La cultura e la storia di Riccione, unite ad iniziative benefiche, saranno sempre al centro dell’attività dell’Associazione, da sempre raccontata nel suo bimensile che da 40 anni arriva in tutte le case dei riccionesi. In cantiere altre iniziative per coinvolgere sempre più riccionesi.