15.8 C
Comune di Riccione
sabato, Maggio 1, 2021

Slide Slide Slide Slide Slide
HomeGiornaleNotizieSimone Sabbioni grande talento del nuoto

Simone Sabbioni grande talento del nuoto

Slide Slide Slide Slide Slide

Slide Slide Slide Slide Slide

Campionati Italiani Giovanili di Nuoto
Esplode il talento di Simone Sabbioni

Un virgulto riccionese sale agli onori della cronaca sportiva con 4 + 3  “botti” deflagranti ai Campionati Italiani Giovanili di Categoria 2011  fine Marzo scorso) svoltisi nella splendida cornice della Piscina Olimpionica di Riccione.

Centinaia di emuli di Federica Pellegrini e Filippo Magnini, provenienti da ogni angolo dello Stivale, si sono dati battaglia per staccare il miglior crono e salire sul podio, in 6 giornate di gare intense e convulse (3 masch. e 3 femm.).

Stavolta c’è anche un nuotatore della Perla verde che ha scalato quei gradini e lo ha fatto in un entusiasmante poker di occasioni: si chiama Simone Sabbioni, studente al Liceo Scientifico “A.Volta”, classe ‘96, 3° di cinque fratelli (che bazzicano tutti altri sport) iscritto in categoria ragazzi.

Uno che in Polisportiva è di casa avendo cominciato a “sbracciare” in acqua da bambino con le prime competizioni agonistiche da Es.C. Ora fate bene attenzione! Le sue 4 (quattro!) medaglie hanno il doppio colore del Bronzo per il 3° posto nel 400 mt. e 200 mt. Stile libero (4’02”50 e 1’54”76) e il doppio colore dell’Oro per il 1° posto nei 200 mt. e 100 mt. Dorso (2’01”49 e 56”27).

E qui spieghiamo anche gli altri 3 “botti” deflagranti. Questi ultimi rilevamenti cronometrici rappresentano altrettanti record della manifestazione con “l’aggravante” che quello sulla gara più breve è stato migliorato due volte: dapprima nella gara individuale e poi da primo frazionista nella 4×100 mista (59”19) ed è anche la miglior prestazione di SEMPRE per un quindicenne.

Nessuno aveva mai nuotato così veloce, neppure negli anni dei”chiacchieratissimi” costumoni che facevano diventare tutti superman.

Da non trascurare anche l’ottimo 4° posto nei 100 Stile libero (52”56) e la caparbietà nelle tre staffette così da sommare 8 (otto) gare in sole 72 ore. Sintomi di un gran fisico supportato da eccellenti doti di recupero.

Una gioia immensa è esplosa nell’ambiente natatorio di Riccione per una vittoria importante che in tanti attendevano da anni.

Ma è anche una vittoria “pesante”, con due facce: può essere il trampolino di lancio verso successi internazionali se Simone saprà essere umile e sacrificarsi con continuità oppure può essere insidiosa come una bolla di sapone, lucente ma effimera, se penserà di essere già arrivato sull’Olimpo.

G.L.M.

Slide Slide Slide Slide Slide

Slide Slide Slide Slide Slide

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

spot_img
spot_img

Ultimi Pubblicati

Commenti Recenti

Dondi Gian Luigi (Gil) on William Pozzi e la passione per la boxe
Casali Anna Maria on Conosci il dialetto riccionese?