6.9 C
Comune di Riccione
venerdì, Dicembre 9, 2022

Slide Slide Slide Slide
HomePersonaggiRiccionesiWilliam Zanca, creatività e arte tra pop art e recycling

William Zanca, creatività e arte tra pop art e recycling

Slide Slide Slide

Slide Slide Slide Slide

Colori, colla, chiodi, spray, latta e lattine e molto di più:
le opere di Zanca nella Galleria Rosini

Un artista “imperfetto”, un vero artista, uno che affonda le radici nella terra di casa nostra e con le sue braccia tese verso il cielo anela all’orizzonte lontano.
Pop art, evasione, rivisitazione, recycling tutto tondo e creatività. William Zanca nasce a Montefiore e cresce come uomo ed artista nella nostra Riccione. Dal momento in cui comincia a muoversi nel mondo la sua natura irrequieta ed immaginativa lo spinge come un esploratore alla ricerca del tassello mancante, della forma reinventata, del nuovo nell’usato.
L’arte è ovunque esista passione ed espressione, arte come movimento e consumo, come compenetrazione tra il mondo sociale e l’intimità della propria natura.
“Sono un essere in movimento perpetuo così come senza sosta è la mia ricerca di forme nuove” William nasce come pittore, ma è un artista a tutto tondo “mi ammalia la possibilità di produrre nuova materia artistica dal vecchio, dall’usato da ciò che ha perduto il suo valore anche d’uso nel tempo”.

Nelle sue opere contenuto e forma diventano messaggio e la lattina vuota e buttata nella spazzatura, diventa embrione di un’opera colorata e sofferta, dove lo sforzo creativo viene sottolineato dal modo in cui quel piccolo pezzo di realtà industriale verrà incollato ed inchiodato, quasi trafitto per rigenerarsi in una nuova armonia di colori e forme inaspettata ed insolita.
Quando comincia la tua “storia” William? “La mia vita comincia quando ho capito che per esistere dovevo lasciare parlare l’artista, il creativo. Io esisto nella misura in cui creo”. Quali sono le opere a cui sei più legato? “Non ci sono pezzi in particolare, esistono fasi di ricerca e di scoperta, che vengono più o meno compresi da chi segue il mondo dell’arte, un mondo che si trasforma e che oggi giorno non vive più come una volta di sole esposizioni, ma si serve soprattutto dei social media per crescere”.

Tu esponi in una delle gallerie d’arte storiche della nostra città, forse la sola rimasta“Sì, collaboro da anni con Rosini, la nostra è un’amicizia ed una condivisione che mi gratifica, ma che porterebbe maggiore soddisfazione se l’arte e la creatività in generale acquistassero nel nostro territorio una ancor maggiore considerazione; questo renderebbe il mio lavoro ancora più stimolante.”
Le opere di William Zanca coloratissime e mai ripetitive, sono in vetrina alla Galleria Croce del Sud ed anche in esposizione costante su Instagram, il tema del recupero del materiale si affianca a quello del recupero dei contenuti e da questa alchimia nasce un prodotto nuovo e complesso da cui scaturisce il messaggio.
L’arte è ovunque, basta coglierla, l’arte è rielaborazione e spontaneità, ma soprattutto energia, in questo risiede la sua potenza, nella capacità di generare un pensiero, una forma, un gesto e riempire lo spazio con la sua presenza inalterabilmente unica.

Alessandra Prioli

Slide Slide Slide Slide

Slide Slide Slide

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

spot_img
spot_img

Ultimi Pubblicati

Commenti Recenti

Dondi Gian Luigi (Gil) on William Pozzi e la passione per la boxe
Casali Anna Maria on Conosci il dialetto riccionese?