16.8 C
Comune di Riccione
lunedì, Settembre 27, 2021

Slide Slide Slide Slide Slide Slide Slide
HomeSenza categoria1954 Luigi Magnani e l'intuizione del Camping Fontanelle, all'inizio lo presero per...

1954 Luigi Magnani e l’intuizione del Camping Fontanelle, all’inizio lo presero per matto…

Slide Slide Slide Slide Slide Slide Slide

Slide Slide Slide Slide Slide Slide Slide

Nell’aprile del 1954 apre i battenti Il Camping Fontanelle grazie all’intuizione di Luigi Magnani che vedendo arrivare a Riccione sempre più turisti in tenda molla il lavoro di barbiere e si inventa una professione. E dire che all’inizio gli davano del matto…

Foto campingfontanelle.net

L’idea di un camping a Riccione venne nei primi anni ’50 a Luigi Magnani che fino a quel momento lavorava in una barbieria sul lungomare a nord di Riccione. Ad ispirarlo i primi stranieri che all’albergo preferivano la tenda. Erano soprattutto tedeschi, francesi e inglesi ad installare le loro tende lungo la nostra spiaggia, si trattava di una forma di villeggiatura a stretto contatto con la natura, a basso costo e che consentiva di non sottostare agli orari e ai ritmi che caratterizzavano le tradizionali strutture alberghiere.

Luigi Magnani, detto Giovanni, sorridente in spiaggia

Riccione 1954 – Camping Fontanelle

1954 GLI INIZI E LE DIFFICOLTA’ PER AVERE LA LICENZA

Il numero di tende cresceva e poi comparvero le prime roulotte. Luigi con spirito imprenditoriale pensò di offrire un servizio più organizzato e così che nell’aprile del 1954, nei terreni a sud di Riccione di proprietà del Commendator Ceschina, diede vita alll’International Camping Fontanelle.

 

Gli inizi non furono per nulla semplici. Non essendoci altre realtà simili, il Comune faticava nel riuscire a collocarlo all’interno delle classiche tipologie di esercizi turistici, ciò comporta la difficoltà nel rilasciare una licenza. Magnani da buon volitivo romagnolo andò fino a Roma dove la ottenne per “sfinimento”.

 

Le tende montate nel Camping Fontanelle dove si possono notare i giovani pioppi.Foto campingfontanelle.net

L’attività di Luigi era completamente nuova a Riccione ed anche le banche erano restie a fargli credito, era per certi versi ritenuto “un pazzo” nel voler avventurarsi in tale impresa, ma la tenacia ugualmente non lo abbandonò. In fondo questo è il destino dei visionari o di chi semplicemente guarda l’evolversi delle cose, cercando di anticipare i tempi. Luigi lo fece egregiamente.

Luigi Magnani al centro con alcuni ospiti del campeggio. Foto campingfontanelle.net

Nella gestione del campeggio coinvolse tutta la famiglia: la moglie Adele e i laboriosi figli. La città di Riccione deve molto a Magnani e alla sua famiglia perché piantarono più di duemila pioppi, ancora un vero polmone verde per la città. Il boom economico di quegli anni fece poi il resto.

Camping Fontanelle inizio anni ’70

Camping Fontanelle anni ’60

Camping Fontanelle fine anni ’50

 

 

 

 

 

 

 

Slide Slide Slide Slide Slide Slide Slide

Slide Slide Slide Slide Slide Slide Slide

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

spot_img
spot_img

Ultimi Pubblicati

Commenti Recenti

Dondi Gian Luigi (Gil) on William Pozzi e la passione per la boxe
Casali Anna Maria on Conosci il dialetto riccionese?