17.2 C
Comune di Riccione
lunedì, Settembre 27, 2021

Slide Slide Slide Slide Slide Slide Slide
HomeStoriaanni '60Il Canasta, l'angolo di Viale Ceccarini che ha fatto storia a Riccione

Il Canasta, l’angolo di Viale Ceccarini che ha fatto storia a Riccione

Slide Slide Slide Slide Slide Slide Slide

Slide Slide Slide Slide Slide Slide Slide

Il bar-Ristorante Canasta a Riccione da sempre è uno dei centri pulsanti di Viale Ceccarini. Per anni punto di riferimento delle serate e della voglia di divertirsi. Il Canasta nacque sulle ceneri del Teatro Dante grazie all’intuizione del bolognese Franco Lambertini.

Pubblicità Canasta Bologna-Riccione

Il bar-ristorante Canasta è uno dei simboli di Viale Ceccarini e di Riccione. Il locale fu aperto da Franco Lambertini, che conoscevo molto bene, insieme al fratello Nino. Il padre Umberto aveva iniziato l’attività aprendo il ‘Forno, pane, pasta, pasticceria’ di Piazza Aldrovandi a Bologna. Di proprietà dei Lambertini erano anche due noti ristoranti nel centro di Bologna: il “Don Chisciotte” e il “Sancho Panza” a cui si aggiungeva lo “Chalet delle Rose” a Sasso Marconi.

Vittorio Costa

A sommarsi a queste arrivò il bar Canasta in Via Rizzoli a Bologna e poi a seguire la succursale riccionese nella centralissima Viale Ceccarini, più precisamente al piano terra del condominio “Cambri”, edificato dopo la demolizione del Teatro Dante nel cuore di Riccione all’angolo tra Viale Dante e Viale Ceccarini.

Bar-Ristorante Canasta 1959 – Foto Vittorio Costa

Bar-Ristorante Canasta 1959 Foto Vittorio Costa

IL GRANDE SUCCESSO DEL CANASTA

Il locale Canasta di Riccione divenne una delle mete più frequentate dai turisti e dai riccionesi con ampio sfoggio di fuoriserie davanti alle sue vetrine. E la notte, il locale si riempiva di turisti e di musicisti quando i dancing chiudevano. La cucina sfornava tra i tanti piatti i suoi indimenticabili tortellini alla panna. Il locale bar-Ristorante Canasta, pure se un po’ cambiato, esiste ancora, ma purtroppo Franco Lambertini ci ha lasciati nel 2020.

Il cameriere a destra è Virgilio Colombari detto Gianni che poi dal 1968 al 1996 ha gestito il ristorante “Da Gianni” in via Dante, grande imprenditore nonché nonno della Miss Italia 1991 Martina Colombari. Così lo ricorda la figlia Patrizia Colombari
“Lavorare in viale Ceccarini in locali come il Canasta era a quei tempi un fiore all’occhiello ed una gran scuola di vita. Da lì, da semplice cameriere, con grandi difficoltà economiche, giovanissimo e con una famiglia a carico e venuto da Coriano, mio babbo è diventato un grande imprenditore. Altri tempi dove uno se aveva capacità e rischiava un pò riusciva ad emergere, in poche parole era il tempo del boom economico”.
LE SERATE AL CANASTA NELLA FASCINOSA RICCIONE

Viale Ceccarini Bar Canasta – Archivio Gianni e Pico Zangheri – Foto Riccione

Le partecipanti di un’edizione del concorso “Gran bal en tète” sedute al Canasta con una folla di curiosi che osserva. Archivio Gianni e Pico Zangheri – Foto Riccione

Bar Ristorante Canasta anni ’70 – Vittorio Costa

Fuori serie in Viale Ceccarini davanti al Canasta Foto: Vittorio Costa

Canasta 1968 si nota nell’immagine la pubblicità Pasta Ghigi e al Caffè concerto Metropole distante pochi metri. Foto: Vittorio Costa

Beppe Brilli, per gioco e per sorprendere gli amici saliva sui pini di Viale Ceccarini e…schiacciava un pisolino. Foto Archivio Gianni e Pico Zangheri – Foto Riccione.

Tra i personaggi che i testimoni di quel periodo ricordano con piacere tra i tavoli del Canasta c’era anche l’attore Jimmy il Fenomeno ma soprattutto l’istrionico bolognese Beppe Brilli che nascosto sugli alberi che costeggiavano Viale Ceccarini faceva il verso dell’uccellino, con la gente che passava sotto e si fermava ad ascoltare estasiata il cinguettio.

Vittorio Costa

Slide Slide Slide Slide Slide Slide Slide

Slide Slide Slide Slide Slide Slide Slide

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

spot_img
spot_img

Ultimi Pubblicati

Commenti Recenti

Dondi Gian Luigi (Gil) on William Pozzi e la passione per la boxe
Casali Anna Maria on Conosci il dialetto riccionese?