6.6 C
Comune di Riccione
mercoledì, Aprile 24, 2024

Slide Slide Paolucci Web Agency Riccione Slide Slide Slide Slide Slide
HomeSenza categoriaIl pesce luna a Riccione

Il pesce luna a Riccione

Slide Paolucci Web Agency Riccione Slide Slide Slide Slide Slide

Slide Slide Paolucci Web Agency Riccione Slide Slide Slide Slide Slide

Riccione 1933: il pesce luna a Riccione diventa attrazione

I fratelli Angelo, Felice e Augusto Montemaggi, nativi di “Spontricciolo” di Riccione, pescatori costieri, il mattino del 10 aprile 1933 mentre andavano con il battello a remi a controllare le reti calate di fronte alla Colonia Bolognese in costruzione, videro in lontananza sul mare un corpo che a tratti emergeva dall’acqua; remarono in fretta e sul fondo videro una grande macchia scura (come quando passa una nuvola sul Sole, dirà con fantasia Felice, detto “Pèp ad Luisèt”, il fratello di mezzo), era un grosso pesce di forma rotonda in prossimità del fondo.

Con molte difficoltà e con l’aiuto di tanti richiamati dal “tam tam” che corre nei luoghi rivieraschi, fu catturato e trascinato a riva. Il pesce era di forma discoidale compressa, munito di due pinne – dorsale e anale, alte, triangolari, simili e opposte; la bocca piccola si chiudeva in una sorta di becco.

E’ UN PESCE LUNA!

Era un pesce Luna, come lo classificò un professore dell’Università degli Studi di Bologna chiamato sul posto dall’Autorità. Dato il peso, la forma e la rarità, fu un’attrattiva che subito si pensò di farne fonte di guadagno. Severo Savioli, imprenditore turistico, ricco di curiosità e stravaganze, ne acquistò i diritti di sfruttamento economico.

Fece allestire un padiglione mobile con una grande vasca atta a contenere e mantenere, in soluzione di formalina, il grosso pesce. Pensò che una meravi- glia da baraccone trova sempre gente curiosa di vederla. Furono visitate varie fiere campionarie; Forlì, Padova, Milano, finendo a Bari per la Fiera del Levante. Il dirigente del Luna Park Fran- cese si fece avanti per acquistare l’impianto. Severo Savioli, ritenendo ormai compiuta la missione del pesce Luna, diede per telefono l’assenso per la cessione.

IL PESCE LUNA E L’UNIVERSITA’

La “troupe” composta da Luigi, Otello e Augusto, finita l’avventura, prese il treno e tornò a Riccione. Savioli se la vide con il professore dell’Università con il quale aveva fatto il patto che gli consentiva lo “sfruttamento” per un anno per poi consegnarlo gratis alla Facoltà di Scienze della predetta Università degli Studi di Bologna.

IL PESCE LUNA E IL GIORNALE LUCE

La storia del pesce Luna fu ripresa più volte dai giornali, la Domenica del Corriere (foto sotto) gli dedicò una copertina; inoltre ne parlò il Giornale Luce. Che però si avvide in ritardo del forte richiamo che aveva il grosso pesce per la gente. Quando arrivò a Riccione per filmarlo era tardi; era in giro per l’Italia a riscuotere grande successo di pubblico.

Ma gli operatori non si diedero per vinti: il servizio doveva farsi. Escogitarono una messa in scena con una copia posticcia (foto in alto). Il cementista Guerrino Giorgetti famoso per l’abilità di modellatore (tanto famoso da essere portato ad esempio per il talento e la maestria) fu interpellato. Il nostro accettò l’incarico e in poco tempo dal suo laboratorio, aiutato da Delfo, un diligente ragazzo di bottega, tirò fuori, con legno e scagliola, una copia quasi per- fetta del pesce.

Trasportato al porto canale si inscenarono i momenti perigliosi della cattura, felicemente filmati; dando modo agli spettatori del Giornale Luce di gustarsi la loro porzione di pesce Luna.

 

Slide Slide Paolucci Web Agency Riccione Slide Slide Slide Slide Slide

Slide Paolucci Web Agency Riccione Slide Slide Slide Slide Slide
Articolo precedente
Articolo successivo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

spot_img
spot_img

Ultimi Pubblicati

Commenti Recenti

Dondi Gian Luigi (Gil) on William Pozzi e la passione per la boxe
Casali Anna Maria on Conosci il dialetto riccionese?