19.9 C
Comune di Riccione
venerdì, Aprile 30, 2021

Slide Slide Slide Slide Slide
HomeStoriaDopoguerraLa Fontana del Nuotatore in Piazzale Vincenzo Ceccarini inaugurata nel 1958

La Fontana del Nuotatore in Piazzale Vincenzo Ceccarini inaugurata nel 1958

Slide Slide Slide Slide Slide

Slide Slide Slide Slide Slide

I Manicone erano una famiglia milanese legatissima a Riccione. La tragica perdita del figlio Franchito spinse per ricordarlo ad organizzare per 20 anni la Maratona Adriatica di Nuoto e a donare nel 1958 il monumento dedicato al nuotatore ancora oggi presente davanti il Palazzo del Turismo.

I MANICONE A RICCIONE
Il Grand. Uff. Teodoro Manicone durante la guerra sfollò a Riccione da Milano con la famiglia: la moglie Olga ed i figli Gabriella, Luisa e Franchito. I riccionesi li accolsero con il consueto calore, tanto che Manicone decise di acquistare una villa in Viale Tasso.
I ragazzi si inserirono velocemente nella comunità riccionese, soprattutto grazie alla scuola e lo sport. Il padre spesso era a Milano ma si sentiva tranquillo sapendo i suoi cari a Riccione, distanti dalla bufera della guerra.
LA TRAGICA SCOMPARSA DI FRANCHITO
Finito il conflitto i Manicone fecero ritorno a Milano, per poi tornare nella Perla verde puntualmente ogni estate. Poi la tragedia: Franchito diciottenne, vittima di un incidente stradale alla guida della sua motocicletta al bivio della strada dei laghi di Milano.
15 GIUGNO 1958 INAUGURAZIONE DELLA FONTANA DEL NUOTATORE

Una suggestiva immagine della Fontana del Nuotatore con la neve.

“La realizzazione della fontana” disse il giorno della sua inaugurazione Manicone “è stata possibile grazie alla collaborazione dell’Azienda di soggiorno, di tutti i suoi collaboratori ed in particolare quella affettuosa del geometra Augusto Cicchetti. Un grazie” concluse Manicone “anche all’architetto Elio Monesi, progettista della fontana e al professore Remo Brioschi scultore dell’opera”. Sempre il 15 giugno 1958 al signor Teodoro Manicone venne conferita la cittadinanza onoraria di Riccione.“

LA MARATONA ADRIATICA DI NUOTO DAL 1954 al 1974  (VIDEO)

“Trofeo Franchito Manicone” in oro e argento.

Il dolore dei genitori fu comprensibilmente immenso ed in qualche modo cementò anche il legame con Riccione, dove la famiglia aveva vissuto giorni sereni e felici. Il cav. Cicchetti propose all’Azienda di soggiorno una gara sportiva dal nome “La maratona Adriatica di Nuoto”  mettendo in palio l’ambito e artistico “Trofeo Franchito Manicone” in oro e argento, il cui modello ispirò poi la realizzazione della fontana oggi ancora in Piazzale Ceccarini ed inaugurata grazie alla donazione di Teodoro Manicone il 15 giugno del 1958.
I RICCIONESI PAOLO CORTESI ED ENRICO PULLE’ IN ACQUA CON I BIG

La competizione fu organizzata per venti volte ed ebbe tra i suoi protagonisti anche due giovani del posto: Paolo Cortesi ed Enrico Pullè.  I nuotatori partivano dal porto canale e vi ritornavano dopo aver doppiato le boe situate all’altezza dei piazzali San Martino e Azzarita percorrendo così sei chilometri. Nell’impresa ognuno di loro era supportato da un marinaio di salvataggio che, a bordo del classico moscone, fungeva da guida direzionale.

A terra, medico e infermieri, erano collegati via radio con i tecnici che seguivano la gara in mare a bordo delle imbarcazioni. “Una gara durissima – ricorda lo stesso Cortesi, che vanta nel suo Palmares quattro partecipazioni e un terzo posto, conquistato alle spalle di due grandi nuotatori primatisti europei – specialmente nell’ultimo tratto, quello dal piazzale San Martino al traguardo del porto. Ma qui il tifo era alle stelle e coinvolgeva tutti, fino all’ultimo dei partecipanti”.

16 giugno 2014 – Famija Arciunesa allestisce la targa ricordo con la la storia della “Fontana del Nuotatore”. In foto da sinistra il presidente di Famija Arciunesa Giuseppe Lo Magro, Emanuela Cicchetti, figlia del Cavalier Augusto Cicchetti che come Direttore dell’allora Azienda di Soggiorno ideò e organizzò per anni la Maratona Adriatica di Nuoto, il sindaco Renata Tosi e l’ex atleta riccionese Paolo Cortesi, che come nuotatore partecipò a quattro edizioni della gara.

Slide Slide Slide Slide Slide

Slide Slide Slide Slide Slide

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

spot_img
spot_img

Ultimi Pubblicati

Commenti Recenti

Dondi Gian Luigi (Gil) on William Pozzi e la passione per la boxe
Casali Anna Maria on Conosci il dialetto riccionese?