13.6 C
Comune di Riccione
venerdì, Marzo 5, 2021

Slide Slide Slide Slide Slide Slide Slide Slide
Home Dialetto Zirudèle E pasa e temp!

E pasa e temp!

Slide Slide Slide Slide Slide Slide

Slide Slide Slide Slide Slide Slide Slide Slide

E pasa e temp!

Da giovne, d’instèda,
a s’era poch in gir per la strèda,
a preferiva, cmanzand da la matèina, a stè zunzloun per la marèina.

A ducèva quèla ch’la puteva andè
e a la invidèva per la sera a scapè, me ad an ai n’aveva una vintèina lore agl’j’era tòte sora la trantèina.

Quèle piò grande al preferiva
perché a fè l’amor l’im insgniva
adés cal piò grande an li pos preferì perché, o aglj’è morte, o al sta per muri.

Ma quèle piò giovne um tèca mirè mo lore ad me l’in sa cosa fè!

Passa il tempo!

Da giovane, d’estate,
ero poco in giro per la strada, preferivo, cominciando dalla mattina, bighellonare per la marina.

Adocchiavo quella che poteva andare e la invitavo per la sera ad uscire, io, di anni, ne avevo una ventina loro eran tutte sopra la trentina.

Quelle più grandi le preferivo
perché a far l’amore mi insegnavano adesso le più grandi non le posso preferire perché, o son morte, o stanno per morire.

A quelle più giovani mi tocca mirare ma loro di me non sanno cosa fare!

Ezio Rossi

 

Slide Slide Slide Slide Slide Slide Slide Slide

Slide Slide Slide Slide Slide Slide

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi Pubblicati

Commenti Recenti

Casali Anna Maria on Conosci il dialetto riccionese?