15.1 C
Comune di Riccione
giovedì, Maggio 6, 2021

Slide Slide Slide Slide Slide
HomeNotizieSportSport ed educazione: il rispetto dei ruoli ed il patto tra allenatori...

Sport ed educazione: il rispetto dei ruoli ed il patto tra allenatori e genitori.

Slide Slide Slide Slide Slide

Slide Slide Slide Slide Slide

Nello sport, metafora della vita, il rispetto tra le persone viene prima di qualunque vittoria o sconfitta.Il rispetto migliora la convivenza e nello sport i ruoli sono o dovrebbero essere ben definiti.

RAPPORTO ALENATORI-GENITORI

L’allenatore ha il compito di portare gli allievi/atleti ad una prestazione ottimale, visto che si parla di agonismo. Al genitore o chi per lui segue il giovane fuori dal campo sportivo, il compito di educare, affinché sani valori e principi possano aiutare la sua crescita. Il rispetto dei ruoli, allenatore/tecnico, genitore/parente, allievi/atleti, è fondamentale ed è una base solida su cui costruire la crescita psico-fisica del giovane, che prima ancora di atleta, ha bisogno di essere considerato come persona.

L’IMPORTANZA DELL’ AUTOSTIMA

Proprio così: una persona che sta crescendo, spesso nei meandri adolescenziali e che ha bisogno di essere accettato e apprezzato per quello che è e non per i suoi risultati. L’autostima è argomento delicato e viene rinvigorita costantemente dal credere nel giovane, nella fiducia che gli comunichiamo, nell’ empatia e non nella freddezza e nel distacco, che porterebbero inevitabilmente alla deriva.

TRA VITTORIE E SCONFITTE

Le sconfitte e le vittorie sono da gestire con equilibrio: soprattutto le prime, le sconfitte, vanno gestite, non ignorate o addirittura vissute come una colpa. Proprio qui, nei piccoli fallimenti, gli adulti devono essere alleati fra loro per il bene dei ragazzi, che sono i veri protagonisti e non solo a parole.

L’orgoglio e la presunzione degli adulti, tecnici genitori, dirigenti e i conflitti fra loro, rischiano di minare una sana crescita dei minori. Allora mettiamo da parte le nostre frustrazioni, cercando di unirci, per la crescita di chi un giorno potrà dire: “la sport è stato fondamentale per la mia crescita, come persona prima ancora che come atleta, anche grazie a chi me lo ha insegnato e agli adulti che hanno contribuito a capirmi e a seguirmi in tutto il percorso educativo”. Lo sport: una vera salvaguardia dell’anima.

Fabrizio Serafini

Slide Slide Slide Slide Slide

Slide Slide Slide Slide Slide

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

spot_img
spot_img

Ultimi Pubblicati

Commenti Recenti

Dondi Gian Luigi (Gil) on William Pozzi e la passione per la boxe
Casali Anna Maria on Conosci il dialetto riccionese?